Navigazione veloce

Ci sono tanti modi per dirlo

Narrazione teatrale a due voci sull’innamoramento causato dalla lettura e sull’innamoramento per la lettura. Testo e regia: Daniele Castellari. Con Daniele Castellari, Luca Giovanni Luppi

Print Friendly, PDF & Email

“ CI SONO TANTI MODI PER DIRLO “

testo e regia: Daniele Castellari

con Daniele Castellari, Luca Giovanni Luppi

Si tratta di una narrazione teatrale a due voci sull’innamoramento causato dalla lettura e sull’innamoramento per la lettura. Umberto Saba, non l’ultimo arrivato in fatto di poesia, diceva che la rima “fiore/amore” è la più difficile. Oggi ancora di più, giacché i “t’amo, I love you, je t’aime, …” si sprecano in spot, chat, sms. Perciò Castellari e Luppi intessono anche una narrazione umoristica raccontando di Orfeo Balestrazzi e Dalida, due giovani che s’innamorano in una Biblioteca cittadina – lei studentessa liceale e lui pescatore “a mosca”, entrambi in ricerca della parola “l’amo” – e si sentono, seppure in leggero ritardo sul romanticismo, di essere i nuovi Abelardo ed Eloisa. Lo spettacolo non è solo un reading poetico, ma ha una forma interattiva che permette allo spettatore di interagire sui due temi: l’amore e la poesia.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Non è possibile inserire commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie (anche di terze parti) per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra policy

Chiudi