Navigazione veloce

INCONTRO CON L’ASSOCIAZIONE ALCOLISTI ANONIMI E CON L’ASSOCIAZIONE AL-ANON (FAMILIARI DEGLI ALCOLISTI)

Nell’ambito dei progetti sull’Educazione alla Sicurezza Stradale e di Educazione alla Salute, coordinati dalla professoressa Patrizia Munari, gli studenti di tutte le 12 classi quinte hanno partecipato a degli incontri con l’Associazione Alcolisti Anonimi e con l’Associazione Al-Anon Gruppi Familiari Alcolisti Anonimi.

Print Friendly, PDF & Email

“Educazione alla Salute e promozione del Benessere”
PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE, STILI DI VITA E SALUTE

INCONTRO CON L’ASSOCIAZIONE ALCOLISTI ANONIMI E CON L’ASSOCIAZIONE AL-ANON (FAMILIARI DEGLI ALCOLISTI)

Nell’ambito dei progetti sull’Educazione alla Sicurezza Stradale e di Educazione alla Salute, coordinati dalla professoressa Patrizia Munari, gli studenti di tutte le 12 classi quinte hanno partecipato a degli incontri con l’Associazione Alcolisti Anonimi e con l’Associazione Al-Anon Gruppi Familiari Alcolisti Anonimi.
Premesso che l’alcolismo è riconosciuto come uno dei più gravi problemi di salute pubblica. In gran parte dei paesi occidentali è addirittura al terzo posto, per mortalità, dopo le malattie cardiache e il cancro. E non basta. I suoi effetti coinvolgono anche chi non ne è vittima in prima persona, basta pensare ai familiari, agli incidenti sulla strada o sul lavoro e anche all’enorme costo sociale che comporta.
I rappresentanti dell’associazioni Alcolisti Anonimi hanno raccontato agli studenti le loro esperienze di vita passata, di come, di quanto tempo e il perché hanno iniziato a bere con assiduità, le loro emozioni, il loro non essere “nella vita”, degli amori e delle amicizie perdute.
Hanno illustrato, mettendosi completamento a nudo verso gli studenti, il loro recupero avvenuto presso l’associazione Alcolisti Anonimi e che tuttora seguono costantemente con continui confronti tra le persone che hanno avuto questa dipendenza.
Anche i rappresentanti dell’associazione AL-ANON sono intervenuti raccontando le loro esperienze, chi come figlio di alcolista, chi come marito/moglie di alcolista, riportando l’inferno passato prima che i loro familiari frequentassero l’associazione Alcolisti Anonimi e smettessero di bere.
Al termine degli incontri gli alunni hanno formulato, in forma anonima, sia all’associazione Alcolisti Anonimi che all’associazione AL-ANON tantissime domande di notevole interesse e grande maturità, alle quali i rappresentanti delle associazioni hanno sempre risposto in modo esauriente.
Tutte le classi hanno seguito per due ore le testimonianze nel silenzio più assoluto, senza aver mai avuto la necessità di richiamarli all’attenzione.
Dalle opinioni poi raccolte dai docenti, il progetto è stato enormemente apprezzato da tutti gli studenti, è risultato interessante ed emozionale e ha lasciato un segno importante e tangibile per il loro futuro percorso fuori dalla scuola, nella vita reale.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Non è possibile inserire commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie (anche di terze parti) per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra policy

Chiudi